Frango à la zambeziana, arroz aromatizado e legumes

Ecco il gustoso menù con cui siamo stati accolti dagli studenti del corso di cucina della “Escola Estrela do Mar”, la struttura nella quale stiamo cercando di introdurci da quando siamo arrivati ad Inhassoro, due settimane fa. È proprio all’interno di questa scuola, fondata nel 2002 dalla missione cattolica Sant’Eusebio, che noi svolgeremo il nostro anno di servizio civile qui in Mozambico. La scuola industriale “Estrela do Mar” offre, a centinaia ragazzi, un’importante possibilità di formazione professionale proponendo un ciclo triennale di studio in diverse specialità: sartoria, contabilità, meccanica, falegnameria, elettricità, turismo (sala e bar/ reception/ cucina).

DSCN0228
Ognuno di questi corsi fornisce agli studenti le competenze base per un’attività professionale spendibile sul territorio, utile per permettere loro di ottenere una piccola indipendenza economica dalla famiglia.
La specialità di ”hotelaria” si suddivide in tre diversi curricula: sala e bar, cucina e reception. Il corso di hotelaria/turismo è uno dei più frequentati, soprattutto per la grande spendibilità di queste professioni in un territorio come quello di Inhassoro, una volta frequentato da numerosi turisti, principalmente sudafricani e zimbabwani, e rinomato per le sue spiagge bianche e sconfinate, per il mare verde e azzurro che s’incontra all’orizzonte con un cielo terso e carico di luminosità e per la sua vicinanza all’Arcipelago di Bazaruto, Parco Nazionale e vero e proprio paradiso tropicale. Continua a leggere

Annunci

Formazione servizio civile

 

Attraverso strade e percorsi assai differenti martedì 4 marzo noi dodici ragazzi selezionati da Ipsia per svolgere il servizio civile all’estero ci siamo ritrovati in quella che, per due settimane, è stata in via formale parte della sede di formazione per il progetto “Cooperando per uno sviluppo comunitario e sostenibile” e, in via del tutto più informale, il nostro riparo sotto il quale abbiamo dato vita a nuove conoscenze ed esaltanti scambi di rapporti umani. Continua a leggere

Mozambico: La violenza è dipendenza?

http://macua.blogs.com/moambique_para_todos/2010/05/mocodoene-criminosos-alvejam-padre-e-sofrem-baixa.html

Il degrado che la crisi economica sta acutizzando nel mondo, si riflette negli ultimi giorni anche in Mozambico ed il link qui sopra ne porta un esempio. Sino ad oggi il paese è stato considerato – in un certo senso anche a ragione – un paese tranquillo, dove i tassi di violenza erano tutto sommato contenuti rispetto ai più agitati vicini; è un dato concreto infatti che rispetto ai paesi che lo circondano, Sud Africa, Angola, Tanzania e Zimbawe, esso abbia sempre presentato flussi e picchi di criminalità meno intensi e più controllati. Continua a leggere

Una domenica di maggio

Nel mondo della cooperazione è convinzione diffusa che il Mozambico sia un paese facile…E lo è!

….ma per chi??? Credo solo per noi che ci “eccitiamo” all’idea di rinunciare alle nostre comodità per un anno o due.

Qui non c’è guerra. I bambini non hanno le tipiche pancie gonfie con cui i giornalisti tendono a presentare l’Africa. I tassi di furti e rapine sono minori rispetto ad altri paesi dell’Africa Australe. E’ un paese ricco di paesaggi incantati, musiche e colori, il che contribuisce spesso a confonderlo con una di quelle fotografie dei cataloghi Valtour. E le spiaggie della costa sono piene di muscolosi surfisti sudafricani. Continua a leggere