Faleminderit shumë

Difficile. Nessun aggettivo descriverebbe meglio il mio mese di Agosto; sono stati giorni pieni di imprevisti, intoppi, problemi da risolvere a livello personale e lavorativo…Ma la verità è che forse un mese così mi ci voleva. Ho avuto modo di mettermi in gioco, ma soprattutto di confermare le motivazioni che mi hanno spinta fino a qui. Perché finché va tutto bene è facile vivere lontano da casa, dagli affetti, dalle certezze…è solo nel momento della prova che, a mio parere, ci si trova necessariamente ad interrogarsi chiedendosi se ne vale davvero la pena.

E in questo folle mese ho deciso che questo posto vale ogni fatica ed ogni rinuncia; e la cosa buffa è che a volte ho (ri)trovato le mie motivazioni in gesti semplici e piccoli, ma che per me sono stati significativi e hanno ridato slancio alla mia attività in Kosovo. E allora mi sento di dover dire un grande grazie a tutte queste persone che, senza saperlo, mi hanno dato l’energia di cui avevo bisogno in questo mese…

…al fornaio di fiducia, che prova a scambiare con me due parole in italiano e che mi prende in giro per la mia strana pronuncia in albanese;

…al benzinaio, che ride perché sono una donna che guida un furgone, ma che poi mi regala una lattina perché sa che ho un viaggio lungo da fare;

…ai due ragazzi che mi hanno soccorsa quando la macchina si è fermata nel bel mezzo dei monti albanesi ed il mio telefono non aveva neanche mezza tacca;

…agli adolescenti del campo di Brekoc, che hanno iniziato tirandoci pietre ed hanno finito con lacrimoni e magone;

…ai bambini del campo di Brekoc, che ci hanno fatto sudare sette camicie, ma che ci hanno regalato sorrisi per due settimane;

…ai bambini del campo di Velika Hoča, che si ricordano sempre di me ed ogni volta mi regalano un affetto incondizionato che mi commuove e mi riempie di orgoglio;

…agli abitanti di Velika Hoča, che mi salutano e mi accolgono sempre facendomi sentire in qualche modo parte della comunità;

…ai volontari di TL, che mi hanno permesso di riguardare il Kosovo con gli occhi stupiti e curiosi che avevo anche io la prima volta che l’ho incontrato e di rileggermi dopo tutto questo tempo;

…a Daniele, Mirko e Giovanni, ventate di ottimismo in una settimana difficile;

…ai piedi rotti, le macchine in panne, le ginocchia aperte, gli aerei persi, perché in fondo mi hanno dato l’opportunità di capire che una soluzione si trova sempre…=)!

…e ovviamente, ma questo è scontato, ai miei compagni di avventure e di sventure, porti sicuri e presenze costanti in questo anno kosovaro…

Sofia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...