L’approdo

Sapere cosa ci aspetta, quotidianamente come ora dopo ora, è uno di quei desideri tipici della contemporaneità, per cui mettersi al sicuro dagli sprechi di tempo e denaro è un must nonché un business.

Quando si parte per raggiungere l’Africa si deve necessariamente abbandonare l’immaginazione ai più disparati imprevisti e fare l’abitudine ad una nuova idea di tempo, che, per antonomasia, sfugge alle regole comuni e assomiglia più all’Einsteiniana relatività. È inutile tentare di combatterla, la nuova Regola ti rapisce, ti stanca. Continua a leggere

Annunci

SCATTI – il nord argentino

Foto di Beatrice Cassinelli
servizio civile a Santiago del Estero (Argentina) – gennaio 2010

Si parte…si parte…allegri ragazzi si parte…

Da dicembre in Albania.

“Conoscenza” è la parola che meglio caratterizza questo primo periodo albanese. Conoscenza innanzitutto dei miei compagni di servizio civile, conoscenza dei partners locali, degli altri soggetti che collaborano con IPSIA, e semplicemente di persone che vivono a Scutari e ci sono state introdotte dai nostri partners albanesi. Questi incontri mi hanno permesso di iniziare a conoscere –anche se mi rendo conto che il processo è lungo, e non si esaurisce in alcuni mesi – anche la realtà di Scutari e del contesto albanese. Continua a leggere

Protezione civile nel paese delle aquile

Scutari, Albania, ore 10 del mattino del 15 dicembre, è una giornata uggiosa, piove e fa freddo, ma tutto è pronto per la prova d’evacuazione degli studenti di due classi della scuola Martin Camaj.

Lo scenario ipotizzato per la simulazione è il verificarsi di un terremoto; fautrice di questa ammirabile iniziativa, prima nel suo genere in Albania, è l’associazione I Care composta da giovani volontari autoctoni che circa due anni fa, grazie all’aiuto di Don Carlo, hanno costituito questa realtà che tende a promuovere lo sviluppo sociale; il supporto in ambito scolastico e, non meno importante, aiutare i poveri con la realizzazione di un servizio mensa. L’associazione è nata ispirandosi al “mi prendo cura”, “mi interesso” di Don Milani e alla sua esperienza a Barbiana. Continua a leggere

Primi giorni a Salvador

I primi giorni a Salvador sono trascorsi bene. L’adattamento sta procedendo velocemente da parte di tutti e tre i servizi civili. L’esperienze all’estero di tutti e tre ci hanno dato una certa flessibilità e capacità di adattamento molto efficace. Anche la convivenza tutto sommato è buona. Sotto questo punto di vista è stata molto importante la formazione in forma residenziale a Zagarolo che ha permesso un affiatamento ed una conoscenza prima di venire catapultati all’”altro mondo”. L’equipe locale è stata molto accogliente. Ha dimostrato di aver acquisito durante l’esperienze con i passati servizi civili una maggiore flessibilità e capacità di lavorare con degli stranieri. Continua a leggere

I pùggni nelle mani

Don Carlo ha i pùggni nelle mani. (Cit.)

Ottantott’anni e non sentirli, a giudicare dallo spirito e dalla potenza di percosse… (ariCit.)

Me lo sento, che non ci avete capito una mazza fionda.

Con ordine.

Shkodër (o Scutari), Albania settentrionale, dicembre duemilaennòve: inizio del mio progetto di servizio civile all’estero con IPSIA-ACLI e – si direbbe – anche di un nuovo capitolo della mia vita a puzzle. Continua a leggere

POLAKO, POLAKO VERSO LA BOSNIA

Il 10 dicembre mattina, da Milano, è salpata l’auto che ha accompagnato verso l’avventura bosniaca di servizio civile Ellen (26 anni di Roma) e Vittorio (24 anni di Milano). A bordo, anzi al volante, Daniele Socciarelli, il “Grande Fratello” dall’Italia per i due servizi civili durante tutto l’anno, e specialmente durante i primi due mesi (infatti al momento, un progetto IPSIA in Bosnia ancora non è iniziato). Il progressivo avvicinarsi alla meta e la presenza di Daniele hanno permesso ai due novelli servizi civili di calarsi gradualmente nella curiosa (e spesso complessa) realtà bosniaca. Continua a leggere